All Movies Magazine

Pubblicato il 17 maggio 2019 | da Giuseppe Cozzolino

0

Speciale Home Video: LA CASA DEL SORRISO

LA CASA DEL SORRISO

Un delicato film di Marco Ferreri che affronta il tema della terza età: sentimenti, passioni e desiderio di vivere una vita attiva fino alla fine.

(a cura di Andrea Coco)

 

Rimasta vedova, Adelina (Ingrid Thulin) viene parcheggiata senza troppi complimenti dalla nuora Giovanna (Lucia Vasini) in una casa di riposo per anziani, che si trova sulla riviera romagnola. Lei ha due figlie adolescenti da accudire e molti impegni, vita sociale e vacanze, cui pensare. A suo tempo ragazza madre e vincitrice del concorso per Miss Sorriso, Adelina si ritrova in un pensionato dal nome vagamente beffardo: la casa del sorriso.

Nella fatiscente struttura (l’ex colonia marina “Le navi” di Cattolica oggi trasformata in delfinario) c’è veramente ben poco di allegro. Gli ospiti hanno i loro problemi, aggravati dal progredire della terza età,  e sono trattati dal personale del pensionato ora con crudeltà ora con un distacco. Insomma, infermieri e medici incapaci di trattare gli anziani con umanità, alcuni dei quali con storie importanti alle spalle. I figli e nipoti si vedono il meno possibile, solo se hanno bisogno di qualcosa, con il risultato che gli ospiti della casa si trovano a trascorrere una vita grama,  di ricordi e piccole cose.

Ma Adelina non intende rassegnarsi a un simile destino e la sua vitalità cattura l’attenzione di Andrea (Dado Ruspoli), ben vestito, educato e colto, che suona una piccola chitarra africana e ama la cultura araba perché “ha la capacità di conciliare gli opposti”. Tra Angelina e Andrea sboccia l’amore, non platonico, ma quello vero, totale, anche carnale, cosa che scandalizza un po’ tutti, per primi gli altri ospiti della Casa  e spinge l’Avvocato (Enzo Cannavale) a spiare i loro movimenti.

La storia, infatti, turba gli animi non solo per l’intensità amorosa, ma perché di due amanti “si vedono”dentro la struttura e in una roulotte che appartiene a una piccola colonia di africani, che lavora nel vicino cronicario dove si trova Esmeralda (Elisabeth Kaza), la ex moglie ungherese di Andrea. La novità turba Adelina, che scopre in un sol colpo la duplice verità, il suo fidanzato non le ha detto tutta la verità e a poca distanza dalla casa del Sorriso, c’è “l’Africa”, così viene definito il triste cronicario i cui infermieri provengono tutti dal continente nero.

Ma l’amore ha la meglio su tutto e la coppia si riforma, spingendo il personale medico, con a capo una pittoresca dottoressa Peri (Caterina Casini), psicologa con una particolare “specializzazione” in sessuologia, a troncare la relazione, facendo scomparire la dentiera di Miss Sorriso. Inutilmente Adelina chiede aiuto alla nuora che ha troppe spese (voluttuarie invero) di poterla aiutare, anzi Giovanna la rimprovera di essere una egoista, pretendendo di essere aiutata finanziariamente da chi ha dei figli da far crescere. Ci penserà Andrea a trovare una soluzione, rimediandole una dentiera formata da bianchissimi denti ma con un paio di canini vampireschi…

Con “La casa del sorriso” Marco Ferreri torna ad occuparsi del tema della terza età, che aveva già affrontato agli inizi della sua carriera con il film “El Cochecito” già recensito su questo sito. Questa volta, però, il tema non è la doppia esclusione, giovani contro anziani, sani-disabili, ma una critica delicata ma ugualmente caustica sul diritto negato alla terza età ad avere una vita piena, soddisfacente sotto tutti i punti di vista. Compreso il diritto alla sessualità.

Nonostante tutte le premesse crepuscolari, l’opera riesce ad essere ironica e surreale, e ad avere un epilogo lieto. Posti di fronte ad un bivio esistenziale – è palese che non possono continuare a vivere nel pensionato-, uno dei due innamorati sceglierà la libertà: una nuova vita assieme agli esuberanti ma altrettanto affettuosi africani.

Titolo: La casa del sorriso

Regia: Marco Ferreri.

Con Ingrid Thulin, Dado Ruspoli, Enzo Cannavale, Lucia Vasini

Commedia,110 minuti, Italia 1991

Produzione: General Video

Distribuzione DVD: CG Entertainment

Condividi su




Torna su ↑
  • Old Movies Project

    Old Movies Project
  • Film Commission

    Film Commission
  • Archivi

  • Facebook

  • Ultimi Video – Five – Fanpage

  • Ultimi Tweet

  • Link amici