All Movies Magazine

Pubblicato il 11 febbraio 2020 | da Giuseppe Cozzolino

0

Speciale Home Video: JOKER

JOKER

Memorabile rilettura del più celebre nemico di Batman, premiata con due premi Oscar

(A cura di Andrea Coco)

Gotham City 1981. In una citta decadente, sporca e violenta oltre misura, consuma la sua disperata esistenza Arthur Fleck (Joaquin Phoenix), che per sopravvivere indossa i vestiti del clown e si presta a una serie infinita di lavoretti, per lo più umilianti. Come non bastasse, l’uomo soffre di un forte disagio mentale, che cerca di curare con dosi massicce di psicofarmaci, e deve prendersi cura della madre, Penny Fleck (FrancesConroy), oramai anziana e da tempo incapace di provvedere a sé stessa. Il suo disastroso quadro psicosociologico ne fanno la vittima ideale dei teppisti della città, di ogni età e classe sociale e la malattia gli crea numerosi problemi sul lavoro come nella vita sentimentale, carenze che lui compensa inventando una vita parallela, dove trova effimere quanto inesistenti gratificazioni. Il suo sogno sarebbe diventare un comico di cabaret, ma anche questo tentativo, seppure coronato da un successo iniziale, viene pubblicamente sbeffeggiato dal celebre conduttore televisivo, Murray Franklin (Robert De Niro), che, tuttavia, di fronte al gradimento del pubblico, decide d’invitarlo al suo show.

Nel frattempo, dopo l’ennesimo pestaggio, un collega, Randall (Glenn Fleshler), gli offre una pistola, arma che lui utilizzerà in un vagone della metropolitana contro degli arroganti Yuppies, uccidendoli tutti e tre.

L’efferato crimine riscuote un certo consenso da parte della popolazione più povera, un gesto che viene bollato dal miliardario Thomas Wayne (Brett Cullen), candidato alle prossime elezioni municipali come un comportamento da pagliaccio. Affermazione che spinge i ceti più poveri a solidarizzare con l’ignoto clown, a riconoscersi in lui e come lui a rivoltarsi contro le istituzioni. E Arthur, per la prima volta nella sua disgraziata vita, si rende conto che le sue azioni possono influenzare la vita di Gotham: non è più un invisibile, ed è giunta l’ora di saldare i conti con tutta quelle persone che lo hanno umiliato, maltrattato. Ma proprio con tutte.

È difficile immaginare che un film così complesso, profondo e politico,porti il logo di una delle più iconiche major a stelle e strisce, la Warner Bros, ma, evidentemente, i tempi sono cambiati persino ad Hollywood  (non in Cina dove la proiezione è stata vietata per ragioni di ordine pubblico). “Joker” non è un film qualsiasi su un personaggio dei fumetti e non celebra semplicemente  la nascita di uno dei più celebri e seducenti cattivi dell’universo di Batman. Non è un caso che abbia preso due Oscar, uno alla miglior colonna sonora, l’altro per il miglior attore protagonista, ma avrebbe meritato anche quello alla miglior sceneggiatura non originale.

Per la prima volta sono apertamente criticate tutte quelle politiche liberiste che hanno reso i ricchi più ricchi e i poveri più poveri e viene denunciato il rischio di uno scontro sociale dove la prima vittima sarebbe proprio la iustizia, indipendente ed imparziale. Per i ceti umili, l’assassino mascherato da pagliaccio diviene un giustiziere  che ha punito delle persone ricche quanto prepotenti, un eroe da imitare nel look e nei gesti, scatenando una rivolta che travolgerà tutto e tutti. Tutto questo è arricchito dalla strepitosa recitazione di Joaquin Phoenix, la migliore scelta  per una parte del genere, considerando la sua vita segnata da lutti familiari e difficoltà  che, sicuramente lo hanno messo in grado di interpretare un ruolo così difficile con grande realismo e partecipazione. Uno studio non indifferente nelle espressioni del volto, nei gesti delle braccia, nei movimenti simili a danze senza musica, da vedere la memorabile la scena delle scale, presente sulla locandina del film. Non solo ha rappresentato un Arthur Fleck, fisicamente emaciato e psichicamente provato dalle sue nevrosi, ma lo ha gradualmente trasformato in un assassino feroce e determinato, fornito di una forza sovrumana.

A livello di look e comportamenti il Joker impersonato da Joaquin è un mix delle varie versioni, che si sono succedute nel corso del tempo, con una prevalenza del look curato di Jack Nicholson (Batman – 1989) edella lugubre follia di Heath Ledger (Il Cavaliere Oscuro – 2008). E con un look così appariscente Arthur prenderà parte allo spettacolo televisivo, realizzando una pièce così indimenticabile da mettere a soqquadro l’intera Gotham City.

JOKER

Regia: Todd Phillips

Con: Joaquin Phoenix, Frances Conroy, Robert De Niro, Glenn Fleshler, Brett Cullen,

Drammatico, Thriller, Noir, USA, 2019

Distribuzione DVD in Italia:Warner Bros. Entertainment Italia

Durata: 123 minuti

 

Condividi su




Torna su ↑
  • Old Movies Project

    Old Movies Project
  • Film Commission

    Film Commission
  • Archivi

  • Facebook

  • Ultimi Video – Five – Fanpage

  • Ultimi Tweet

  • Link amici