Recensioni

Pubblicato il 1 maggio 2019 | da Valerio Caprara

0

La caduta dell’impero americano

La caduta dell’impero americano Valerio Caprara
soggetto e sceneggiatura
regia
interpretazioni
emozioni

Sommario:

1.3


Fedele ai suoi cliché nonché selezionato a vita dai festival, il canadese Arcand costituisce uno dei massimi esempi di forforoso cinéma-de-papa. Fatto salvo il riuscito autodafé erotico (ai beniamini da cineforum è permessa la variante scollacciata) di “Le invasioni barbariche”, tutti i suoi film si risolvono in lezioncine programmatiche sulla decadenza della morale societaria sotto il cielo del capitalismo predatorio occidentale. In “La caduta dell’impero americano” si racconta in forma di semi-thriller la parabola del bottino raccattato per caso che corrompe un filosofo fattorino allettato dai miti del benessere, dall’individualismo spinto e dell’evasione sia fiscale che morale. Scritto con  mano svelta e un occhio alla cronaca quotidiana tanto edificante quanto sciatto sul piano di una sintesi narrativa approfondita, il film conferma che lo stile non è un fattore che interessa il settantasettenne luogocomunista di Montréal.

LA CADUTA DELL’IMPERO AMERICANO

COMMEDIA/THRILLER, CANADA 2018

Regia di Denys Arcand. Con: Maxim Roy, Eric Bruneau, Maripier Morin, Juliette Gosselin

Condividi su




Torna su ↑
  • Old Movies Project

    Old Movies Project
  • Film Commission

    Film Commission
  • Archivi

  • Facebook

  • Ultimi Video – Five – Fanpage

  • Ultimi Tweet

  • Link amici