Recensioni

Pubblicato il 31 ottobre 2018 | da Valerio Caprara

0

First Man – Il primo uomo

First Man – Il primo uomo Valerio Caprara
soggetto e sceneggiatura
regia
interpretazioni
emozioni

Sommario: La lunga e contrastata marcia dei progetti Nasa che culminarono con la storica conquista della Luna s'intreccia con la vita non sempre felice dell'astronauta Neil Armstrong

2.8


Non è facile inquadrare “First Man – Il primo uomo”, cine-adattamento della biografia di Neil Armstrong (ediz. ital. Rizzoli) che esce in anticipo sulle rievocazioni per il cinquantennale dello sbarco sulla Luna pronte a moltiplicarsi in vista del 20 luglio dell’anno prossimo. Infatti il diapason drammatico dell’allunaggio corredato da un’impressionante panoramica a 270 gradi sulla superficie del satellite e tramandato dalla celeberrima frase “questo è un piccolo passo per [un] uomo, un gigantesco balzo per l’umanità” costituisce solo il capitolo finale -certo il più atteso in platea nonostante tutti ne conoscano benissimo l’esito- della complicata storia di un uomo complicato: l’intento del film è soprattutto quello di raccontare come Armstrong (1930-2012) abbia compiuto nella vita un percorso assai diverso da quello del classico american hero in parte perché segnato indelebilmente dalla morte prematura di una figlia, in parte perché dotato di un carattere chiuso, problematico, alieno da fanatismi patriottici o baldanze temerarie. In questo senso la scelta di Gosling nella parte principale risponde alla logica di verosimiglianza predisposta dall’accurata sceneggiatura di Josh Singer (“The Post”), anche se le espressioni dell’attore canadese ex jazzista sognatore in “La La Land” rischiano così d’apparire monocordi o impenetrabili come quelle di un giocatore di poker. Nel novero dei titoli affini va a occupare, insomma, una casella sui generis che non si può definire deludente o trascurabile, ma non eguaglia –è giusto metterlo in chiaro- il fascino, lo spessore e la tensione dei capodopera del filone come “Uomini veri” e “Apollo 13”: sono circa due ore e venti che iniziano dal 1961 e poi scorrono senza picchi travolgenti né cadute imbarazzanti, contrassegnate dai modi mai sopra le righe con cui l’ingegnere Armstrong si concentra sulla ricostituzione dell’armonia familiare almeno quanto sui lunghi e faticosi preparativi portati avanti dalla Nasa per superare i sovietici scattati in testa in piena guerra fredda nella corsa per l’esplorazione e la conquista dello spazio.

Sempre in un’ottica utile per riconoscere la qualità del film, ma non sufficiente per esaltarne la spettacolarità c’è da sottolineare il lavoro certosino operato sulla grana vintage della fotografia e il fraseggio del sonoro nonché la precisione degli equipaggiamenti aerospaziali con particolare riguardo, ovviamente, alla tecnologia d’epoca (notare l’orologio-cronografo Omega Speedmaster al polso di Armstrong). L’avventura per antonomasia che sembrava suggellare le magnifiche sorti dell’umanità al termine dei pirotecnici anni Sessanta risulta, insomma, trasformata in un dramma dall’emotività compressa, claustrofobico, spesso affidato ai primissimi piani incollati alla visiera dello scafandro, de-eroicizzato, de-iconicizzato, senza bandiere a stelle e strisce sventolanti al ralenti, senza parate nelle avenue, senza altisonanti didascalie sull’abbrivo dei dei titoli di coda: non arriveremmo a definirlo, come ha fatto un critico francese, un anti-film americano, ma certo colpisce il cospicuo numero di errori di collaudo, fallimenti, rinvii, incidenti, morti che, insieme a inserti quasi “sacrileghi” come quello delle proteste contro gli enormi investimenti ottenuti dalla Nasa inscenate dalla galassia dei movimenti pacifisti, neri o radicali, vengono dettagliati in funzione di non casuale premessa del volo conclusivo di un uomo e un astronauta che non aveva affatto la testa tra le nuvole.

FIRST MAN – IL PRIMO UOMO

USA, Avventuroso/Biografico 2018

Regia di Damien Chazelle. Con: Ryan Gosling, Claire Foy, Jason Clarke, Kyle Chandler

 

Condividi su

Tags: , , , , , , ,




Torna su ↑
  • Old Movies Project

    Old Movies Project
  • Film Commission

    Film Commission
  • Archivi

  • Facebook

  • Ultimi Video – Five – Fanpage

  • Ultimi Tweet

  • Link amici