Recensioni

Pubblicato il 1 marzo 2020 | da Valerio Caprara

0

Doppio sospetto/La Gomera – L’Isola dei Fischi

Arginare il panico smodato, premiare distributori ed esercenti coraggiosi, recuperare il piacere del giallo/thriller senza rassegnarsi al predominio del genere nelle serie tv. Sono tre ottimi motivi per segnalare in questi week-end poco tranquilli due nuovi film che, senza accampare pretensioni esorbitanti, propongono un intrattenimento non solo intelligente, ma anche alquanto impreziosito da diversi ma ugualmente pregevoli spunti narrativi e climax drammaturgici. “Doppio sospetto” (“Duelles”) del regista belga Masset-Depasse punta sull’effetto di melodramma infiltrato da crescenti e perverse paranoie, una storia di “femmine folli” –parafrasando il titolo del cult-movie del ‘45 con Gene Tierney- simbolista e complottista che si sviluppa in uno scenario della periferia di Bruxelles anni Sessanta traboccante di subdoli controlli e feroci rancori dietro la facciata di benestante compostezza borghese. Dove due amiche, una bionda e una bruna come in “Mulholland Drive” di Lynch (che costituisce un altro punto di riferimento), vivono vite da soap in due villette a schiera contigue e gemelle dove con due passi si passa da una all’altra… E’ vietato, ovviamente, procedere con la trama perché la tecnica della sceneggiatura e della regia, debitamente fedeli al romanzo originario di Barbara Abel Derrière la haine, procede impregnando progressivamente le sequenze di dubbi, segnali, brividi, scatti repressi che, giocando la tensione su dettagli mai corrivi bensì basati sulla correttezza di recitazioni, fotografia e musica, sembrano addirittura in grado di trasmettersi dai personaggi dello schermo ai sempre più allarmati spettatori in sala. Il contrasto istituito tra il traslucido contesto vintage e i cupi rovelli insinuati negli spazi claustrofobici riesce, insomma, a immettere nella classicità dell’insieme una perfidia del tutto contemporanea.

Molto più bizzarro e in certi passaggi tanto intricato da sconfinare volutamente nel grottesco, “La Gomera – L’isola dei fischi” si esibisce in una sorta di spericolato saliscendi dalla commedia erotica al truffa-movie e infine agli abissi del neo-noir tarantiniano. Il rumeno Porumboiu, assai lontano dai cliché “da festival” del cinema della sua tribolata nazione, rompe i consueti ritmi del racconto montando con vigore pari alla sfrontatezza i piani stratificati di un thrilling tanto più sorprendente quanto più survoltato e trasportandoci al seguito del corrotto sbirro protagonista a La Gomera, isola delle Canarie in cui i criminali usano per i loro loschi traffici un linguaggio non verbale a base di fischi soprannominato Siblo. Un ingranaggio che talvolta esagera nel crogiolarsi nei riferimenti hitchcockiani e nel dare per acquisita la sospensione dell’incredulità da parte dello spettatore, ma che tuttavia riesce quasi sempre a equilibrare il flusso del tragico nel ridicolo e viceversa e a gestire l’incastro delle azioni e della colonna sonora sui fondali di volta volta sinistri, arcaici o o esotici. Il quarantatreenne regista di Bucarest, come fa trapelare il cruciale risvolto della donazione di un’improvvida e sin troppo coinvolta madre alla chiesa ortodossa, sembra avere anche recepito le devastazioni societarie riscontrate nelle drammatiche evoluzioni del paese già vittima dell’asfissia fisica, morale ed economica procurata dalla cricca di Ceausescu. Nel catalogo di tipi e tipacci che si nascondono, s’inseguono, s’ingannano, si massacrano in un fuoco di fila di doppi e tripli giochi spicca come bonus l’immancabile dark lady, la bellissima e sensualissima Catrinel Marlon che si chiama, guarda caso, Gilda in omaggio all’omonimo noir tramandato dall’icona sexy Rita Hayworth.

DOPPIO SOSPETTO

THRILLER – FRANCIA/BELGIO 2018

Regia di Olivier Masset-Depasse. Con: Veerle Baetens, Anne Coesens Mehdi Nebbou

————————————————-

LA GOMERA – L’ISOLA DEI FISCHI

NOIR – ROMANIA/FRANCIA/GERMANIA 2019

Regia di Corneliu Porumboiu. Con: Vlad Ivanov, Catrinel Marlon, Rodica Lazar, Agustì Villaronga

Condividi su




Torna su ↑
  • Old Movies Project

    Old Movies Project
  • Film Commission

    Film Commission
  • Archivi

  • Facebook

  • Ultimi Video – Five – Fanpage

  • Ultimi Tweet

  • Link amici