Recensioni

Pubblicato il 18 maggio 2019 | da Valerio Caprara

0

Bangla

Bangla Valerio Caprara
soggetto e sceneggiatura
regia
interpretazioni
emozioni

Sommario:

2


Imparentato con la scuola antagonista-fumettista di Zerocalcare, “Bangla” si e ci diverte infiocchettando di battute in agrodolce, cadenze alla Moretti prima maniera e situazioni più estrose che disastrose le peripezie di Phaim, interpretato dallo stesso regista ex youtuber, ventenne bengalese di seconda generazione nato e vissuto a Torpignattara, uno dei quartieri più multietnici di Roma. Musulmano semi-praticante, s’arrangia in un contesto descritto con un sovrappiù di ottimismo ridanciano, ma quando s’innamora di una squinzia molto trendy –altra spruzzatina morettista- dovrà decidere se consumare ovvero rispettare il dogma della castità prematrimoniale imposto dalla sua arcigna religione.

La regia è agile ancorché acerba, il romanticismo cede il passo all’urgenza da testosterone e gli accenni al dibattito sul diritto alla cittadinanza sono deo gratias smorzati da uno stralunato senso dell’umorismo.

BANGLA

COMMEDIA, ITALIA 2019

Regia di Phaim Bhuiyan. Con: Phaim Bhuiyan, Carlotta Antonelli, Alessia Giuliani, Milena Mancini

Condividi su




Torna su ↑
  • Old Movies Project

    Old Movies Project
  • Film Commission

    Film Commission
  • Archivi

  • Facebook

  • Ultimi Video – Five – Fanpage

  • Ultimi Tweet

  • Link amici