All Movies Magazine

Pubblicato il 30 luglio 2017 | da Giuseppe Cozzolino

0

Speciale Homevideo: “Nikita”.

NIKITA TORNA IN DVD

A cura di Andrea Coco

Una spy story francese dai ritmi americani

Parigi di notte. Quattro rifiuti umani più uno decidono di svaligiare una farmacia, ma qualcosa non va per il verso giusto e il piano finisce con un massacro. Muoiono tutti, compresi alcuni poliziotti. Tutti meno uno, Nikita (Anne Parillaud), condannata all’ergastolo. Ma qualcuno ha deciso che è un peccato farla marcire in prigione. Bob (Tchéky Karyo), un agente della DGSE (Direction générale de la sécurité extérieure) le propone, quindi, di lavorare per i servizi segreti francesi; in cambio riavrà la libertà, una nuova identità e un lavoro socialmente utile: uccidere per conto dello Stato.

Siamo nel 1990 e con “Nikita” il cinema europeo, francese in particolare, compie una interessante evoluzione. Luc Besson dimostra che è possibile coniugare l’introspezione con l’azione e il risultato è una spy story francese dai ritmi americani. Il film, infatti, è un interessante mix tra gli aspetti più spettacolari dello spionaggio e la vita quotidiana di un agente segreto. A cominciare proprio dall’addestramento di Nikita, uno spirito ribelle (“Avevi mai sparato? Mai a un pezzo di cartone”), che si rivela essere un personaggio difficile, capace con le sue iniziative di spiazzare gli istruttori, ma al tempo stesso assolutamente priva di una qualsiasi forma di femminilità. Una carenza colmata da Amande (Jeanne Moreau), una ex-maitresse che le spiega quanto importante sia per una spia e per una donna avere fascino e saper sedurre gli altri (“Due cose non conoscono limiti: la femminilità e il modo di abusarne”).
Un viaggio formativo che si conclude il giorno del ventitreesimo di Nikita, quando Bob la invita a cena in un elegante ristorante, in realtà un esame di fine corso che lei supererà in modo brillante e al tempo stesso un’occasione per conoscere un lato inquietante del suo collega-amico-tutore: il latente sadismo che permea il mondo dei servizi segreti.
Inizia così la doppia vita di Nikita, che per tutti si chiama ora Marie, una infermiera in un ospedale parigino, e per servizi segreti francesi Josephine, una killer a loro completa disposizione. Un dualismo che alla lunga si rivelerà problematico. Non è facile per lei conciliare una felice vita sentimentale con Mario (Jean-Hugues Anglade), il cassiere di un supermercato, che la colma di attenzioni, con un “lavoro” sempre più coinvolgente e cruento per conto della DGSE. Mario giustamente le farà notare alcuni atteggiamenti (Perché non inviti mai nessuno?), contribuendo ad accrescere in lei una tensione interiore sempre più forte, che non trova sfogo perché non può spiegargli i motivi di alcuni suoi comportamenti “strani”. E sarà la grande missione, quella che dovrebbe servire a farle compiere il salto di qualità, a mandarla definitivamente in crisi. Un cambiamento improvviso del piano e in aiuto giungerà L’eliminatore (Jean Reno) un concentrato di vera disumanità, la conferma, se mai ce ne fosse stato il bisogno, che per certi lavori bisogna essere proprio tagliati. Serve un’indole criminale che lei non possiede. Una cosa è uccidere sotto l’effetto di droghe, una cosa è uccidere per mestiere.

“Nikita” rappresenta un interessante spaccato sul mondo dei servizi segreti, un film che presenta insieme sia gli aspetti psicologici e addestrativi dello spionaggio, aspetti allora poco conosciuti dal grande pubblico, sia l’organizzazione e l’attuazione delle azioni vere e proprie, con scene incalzanti e coinvolgenti, accompagnate dalle musiche di Éric Serra. Se qualche ingenuità narrativa si trova nelle scene di azione (troppo spettacolari), queste non invalidano il valore complessivo dell’opera, ben girata e interpretata, fonte di ispirazione per successive produzioni cinematografiche, televisive e, persino, letterarie e videogiochi.

L’opera distribuita da CG Entertainment si presenta in due edizioni: BLU-RAY e DVD, quest’ultima con la trama completa del film, l’album fotografico, la biografia e la filmografia del regista e degli attori principali (Anne Parillaud, Jean-Hugues Anglade, Tchéky Karyo).

NIKITA
Regia: Luc Besson
Con Anne Parillaud, Jean-Hugues Anglade, Jeanne Moreau, Jean Reno, Tchéky Karyo
Azione-thriller, Francia/Italia, 1990 – CG Entertainment

 

 

Condividi su




Torna su ↑
  • Old Movies Project

    Old Movies Project
  • Film Commission

    Film Commission
  • Archivi

  • Facebook

  • Ultimi Video – Five – Fanpage

  • Ultimi Tweet

  • Link amici