All Movies Magazine

Pubblicato il 15 marzo 2019 | da Giuseppe Cozzolino

0

Speciale Home Video: SEVEN SWORDS

SEVEN SWORDS

In DVD lo spettacolare wuxiapian cinese del 2005, presentato a Venezia in occasione della 62° Mostra internazionale d’arte cinematografica
(A cura di Andrea Coco)

Cina metà del XVII secolo. I Manciù sconfiggono la dinastia Ming e fondano la dinastia Qing, assumendo così il controllo della Cina, controllo che manterranno fino al 1912. La loro ascesa al potere suscita, tuttavia, l’opposizione della Jianghu (la comunità degli adepti alle arti marziali), spingendo l’imperatore a promulgare un editto che ne vieta la pratica.

L’ordinanza, tuttavia, da sola non basta a piegare gli oppositori e così un feroce signore della guerra “Vento di fuoco” (Sun Honglei) si offre, dietro compenso, di disarmare gli abitanti dei villaggi. Il suo esercito personale devasta, come un fuoco incontenibile, il nord-ovest della Cina ,trucidando migliaia di soldati e civili innocenti.

L’avanzata sembra incontenibile almeno fino a quando i soldati non incontrano Fu Qingzhu (LauKar-leung), un boia in pensione che ha servito il governo della precedente dinastia Ming, il quale decide di salvare il Villaggio delle Arti Marziali.

Fu, accompagnato da due giovani, Han Zhibang (Lu Yi) e WuYuanying (Charlie Yeung), si reca al Monte Paradiso dove chiede aiuto al Maestro “Ombra della mano”. Questi, uno spadaccino solitario, decide di aiutarli inviando in difesa del villaggio quattro suoi studenti: Chu Zhaonan (Donnie Yen), Yang Yuncong (Leon Lai), XinLongzi(Tai Li-wu) e Mulang (Duncan Chow) e donando a ciascuno di loro una spada, da lui forgiate, tutte dotate di speciali caratteristiche.

I soldati di Vento di Fuoco attaccano il villaggio, ma, proprio quando stanno per prevalere, arrivano le sette spade che li battono e li mettono in fuga. La temporanea vittoria non è sufficiente per mettere al sicuro gli abitanti, che decidono di evacuare l’abitato, ma, per guadagnare tempo, decidono di attaccare il campo di Vento di Fuoco e purgare i cavalli. Durante lo scontro, Chu Zhaonan rapisce e porta via con sé Perla Verde (Kim So-yeon), una donna coreana schiava di Vento di Fuoco, scatenando la già fin troppo terribile ira del Signore della guerra.

“Seven Swords” è un spettacolare action movie, liberamente ispirato al romanzo “I sette spadaccini del Tianshan” di Liang Yusheng, che è ha ricevuto un più che meritato Golden Horse Award per la Miglior Coreografia d’Azione e ha avuto l’onore di aprire la Sessantaduesima Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, svoltasi nel 2005. L’opera,un fantasy cinese con richiami ai Sette Samurai, rientra appieno nel genere Wuxia Pian, lungometraggi che si ispirano al genere letterario Wuxia, nato all’inizio del Ventesimo secolo e paragonabile al “cappa e spada” di casa nostra. Gli eroi delle storie Wuxia non appartengono al ceto aristocratico, non sono al servizio di un signore o di un’autorità, ma provengono dai ceti più umili e rispettano un codice cavalleresco che li spinge a combattere perché la giustizia trionfi, i tiranni siano abbattuti, i torti subiti riparati.

Tsui Hark, regista e co-sceneggiatore, ha realizzato un film dalla trama densa, ricca di combattimenti scenografici, improvvisi ribaltamenti e storie intrecciate fra loro. Un lavoro ben spiegato nel secondo DVD allegato (il cofanetto è distribuito in Italia dalla Cecchi Gori Entertainment), che ospita così tanto materiale da costituire, per la sua durata, un secondo film. Ci sono le scene tagliate, il Making of con le interviste al regista e agli attori sulla storia, sugli aspetti psicologici che gli attori hanno dovuto interpretare per calarsi nella parte; quattro interviste fatte da Marco Spagnoli durante il festival del cinema a Venezia al regista e agli attori. A seguire i trailer, gli spot, le Gallerie Fotografiche e una spiegazione di che cosa sia un Wuxia Pian (le caratteristiche del genere cinematografico, i personaggi, il suo rilancio negli anni 90 ad opera di TsuiHark che ha reinventato il genere).

SEVEN SWORDS

Titolo originale: Chat gim.

Regia: TsuiHark

Con Donnie Yen, SunHonglei, Charlie Yeung, Leon Lai .

Azione, Hong Kong 2005, Mustang

Durata: 141 minuti

Distribuzione: Cecchi Gori Entertainment

Condividi su




Torna su ↑
  • Old Movies Project

    Old Movies Project
  • Film Commission

    Film Commission
  • Archivi

  • Facebook

  • Ultimi Video – Five – Fanpage

  • Ultimi Tweet

  • Link amici